mercoledì 30 novembre 2011

scacco disperato alla Regina

inetto al gioco degli scacchi, la custodisco tra i miei pensieri, la tengo d'occhio, le comprometto il gioco preferito:
Quell'ultima foto a sorpresa, tradito mentre non guardi, impegnato in qualcosa che credi altro.
Non le resta che finirmi in stanchezza, che almeno si annoi un po' anche lei !

consumazione obbligatoria

non ci credo, non mi fido: e' da un mese che non lo facciamo, da quando sei uscito con quella smorfiosa, SI !
Quella tua ex, sei diverso, non e' vero che e' tutto finito, se ti e' bastato rivederla una volta sola dopo tanti anni per cambiarti cosi', e chissa' poi se e' vero che non vi siete + visti in tutto questo tempo ... e io qui ingenua come una cretina a credere alle tue balle.
Tanto lo so che l'avete fatto, non mi reggi lo sguardo ! Stai li' muto ... DIOCOMETIODIO!
Allora dai ! Vattene, non hai + niente da dirmi, vai da LEI ! e' piu' BRAVA di me vero ? Credevi di esserti stancato della SOLITA MINESTRA e io ti sembravo una novita' che riaccendeva i tuoi APPETITI !?! Invece "i gusti son gusti" e ognuno ha i suoi ! no ? non e' quello che mi hai detto ? ti ricordi o no ? STRONZO !
Ammettilo se sei un uomo !!! Non e' vero che e' una cosa da niente, "solo una delle attivita' fisiologiche" eh ? DIOMIO che stronzata ! razionalizza sempre tutto, ma non mi freghi +, te avevi FAME e basta, tanto alla fine siete tutti uguali: solo una cosa vi interessa, a voi,  di tutto quello che c'e' dietro, l'impegno, i sentimenti, la fatica .... SI ! la fatica ! non ve ne frega  niente. Credi che non lo sappia dove andate a fare gli stupidi ? tu e i tuoi amichetti del cazzo ! 
Ammettilo ! non sei uscito con lei solo per un'innocente scopata,  si sa come vanno queste cose, VOI prima siete andati a CENA ASSIEME !!! 

TAV: Tangenti A Volonta'

"andremo avanti imprescindibilmente" come impongono, ma non sara' mai in funzione, non ne saranno in grado, sara' tardi, non e' il vero scopo, e' un pretesto, cantieri permanenti, mazzette, criminali interessi corollari...chi sono i veri mandanti investitori ? non e' forse tutto questo "governare" semplicemente un altro strumento d'impresa, lecita o meno che sia ? Ferrovie, Autostrade, Sanita'...tutt'uno: Infrastrutture S.p.A. ! L'avatar legale delle criminalita', "per Azioni" appunto, di qualsiasi tipo, non per la Societa'.

La Cura

oppure e' il contrario: troppe sensazioni, intuizioni perplesse, da sempre, quindi imparare a trascurarle, per difendermi ? boh, questione trascurabile.

aBiCiDiario

solito giretto in bici, a caso verso sera, infilarsi nei portoni carrabili dei giardini interni, andatura decisa di chi ci abita, cosi' per vedere l'effetto se fossi un altro, negare i sensi unici e i divieti di transito, molti cartelli vendesi nelle case, molti cartelli affittasi nelle vetrine smantellate, qualcuno che telefona all'estero guardandosi camminare i piedi, chiese chiuse barricate, una aperta con una voce risentita dentro, che echeggia fuori, diverse bandiere tricolori appese agli edifici apparentemente abbandonati dall'interno, non so contro chi giocavamo ... secondo me contro il futuro, e ovviamente stiamo perdendo. 

specchio votivo

infatti il messaggio era "votami per i tuoi interessi, coincidono con i miei": ovviamente una truffa, e come tale, poteva solo rivolgersi a disonesti, a giudicare dai commenti su ForzaNomeProprioDiLuiCheNoiAmiamoMenoMaleCheC'e'PresidenteSiamoConTe
e altri siti pornografici similari inneggianti all'amato ciarlatano pigmalione, e' evidente che il messaggio era stato recepito: appena viene a mancare una cosi' nobile causa, molti si dichiarano delusi ex-sostenitori e minacciano la revoca del voto.
Il trionfo degli interessi sulle idee, tutti come lui, a forza di specchiarsi nella sua immagine mentre ammicca ipocrita e ruffiano fingendo di assomigliarci.

amor(t)e condannato.

Certo che sei tu, la donna che amo, lo sento e lo sai: Non sei quella che mi ama, me l'hai sempre detto...
ma non lo sento. Quella e' lei.
Si lo so, probabilmente non e' cosi', solo una mia illusione a cui voglio credere per debolezza, paura, vanita'...
Ma qual e' il problema ? Che non l'amo ? Non lei ? La MIA idea di LEI ? Come una giovane femmina ? Gia'...come lei.
Lo so, e non la tradisco, lo sa, sta al gioco. Io ? Lo sappiamo no ? Non vivro' abbastanza per partecipare alla mia delusione, non sono disonesto con me, con lei e quindi neanche con te, ti pare ? Sensi di colpa ? E perche' ? E' giovane, morto saro' presto un suo ricordo, solido, uno di quelli sui quali immaginare il proprio futuro.
Forse e' questa la liberta' di amare e sentirsi amati, senza pretendere assurdamente tutto dalla stessa persona. Non si dovrebbe amare per essere amati, ne' essere amati perche' si ama.
Finalmente, sapere di non arrivare a vivere le conseguenze dei propri sentimenti ci permette di viverli, felici.

nato alieno, allenato, alienato.

Forse ho capito perche' non ho quell' urgenza di partire, viaggiare, sentire quel brivido fresco del sentirsi stranieri, svegliarsi stropicciati in un posto alieno e ritrovarsi nuovi nel nuovo solo dopo una inusuale colazione: e' gia' cosi', qui.

Salida

E' in discesa ma sembra sempre in salita, non permette un'ampia visione di prospettiva, dal basso appare indefinitivamente lunga, inarrivabile, non consente di immaginarcisi, nonostante gli sforzi continui che ci vengono chiesti a vario titolo: "cosa vuoi fare da grande?"; "da grande", come saro' ? dove ? con chi ?
Anche il sentiero non e' riconoscibile, apparentemente liberi di prendere qualsiasi direzione verso infinite destinazioni.
Solo dopo, solo voltandosi indietro, e' possibile riconoscere la strada fatta, e vista da li', in alto, da dove non sapevamo immaginarci, e' molto + breve di quello che ci e' sembrato, anche + lineare, prevedibile, a posteriori, non era quel labirinto di infinite possibilita', deludente, banale, scontata, obbligata, come l'incommensurabile spaventoso traguardo finale.

Face BOH OK ?

Dunque, questo arriva anche nella mia pagina effebi ? come e perche' ?

lunedì 28 novembre 2011

Nient'Altro

il primo, l'unico, per sempre:
paure, nient'altro.
Io posso, solo, esserti tutto:
qui, adesso, da sempre.
E nient'altro, perche' nient'altro non c'e'.